LA DANZA DELL’ANIMA, DANZA BUTOH E DANZA SENSIBILE
Quando:
giovedì 14 Gennaio 2021@19:00–22:00
2021-01-14T19:00:00+01:00
2021-01-14T22:00:00+01:00
Dove:
Spazio CONTINUUM
Via Stendhal
43
20144 Milano
Contatto:
Kea Tonetti
+39 02 8723 4399

DANZA BUTOH – DANZA SENSIBILE®

corso on line con Kea Tonetti

musica dal vivo di Tivitavi

dal 7 Gennaio 2021 al 25 Marzo 2021

Il giovedì dalle 19,00 alle 22,00

“Lasciare che l’anima indossi il cosmo entrando nel regno di un’originaria memoria del corpo”

(Kazuo Ohno)

Entrare in contatto con la meraviglia del nostro corpo, la nostra sacra casa, vivendolo come uno con la mente, il cuore e lo spirito. La danza può essere un veicolo meraviglioso per nutrire il momento Presente e la Presenza, quello stato che ci pone in contatto l’Essere e la vita.

Il corpo è un’unità sensibile e meravigliosa, dove tutte le sue parti comunicano armoniosamente, contiene il tempo e lo spazio e nelle sue cellule sono inscritti archetipi e memorie ancestrali; le nostre ossa, il cosmo e la materia danzano spirali, onde, l’infinito e creano linee d’incontro, i nostri organi assorbono ed esprimono emozioni continuamente.

Permettere alla danza di emergere naturalmente, come si respira, danzare toccando il fondo dell’animo umano ed esprimerlo, nutrire la bellezza del momento presente, lasciare che le forme divengano espressione dell’anima. Ricercare il movimento organico, che nasce dalle radici, dal centro, dallo scheletro, dai sensi, dall’interiorità, esplorare il micro movimento, che nasce dallo scheletro e diviene macro-movimento; nutrire lo stato nel quale sei mosso, danzato e ti abbandoni al flusso dell’energia che ti attraversa, senza fare, fluendo e percependo la meraviglia del vivere il tuo corpo in movimento.

Danzare la trasformazione, incorporare e abbracciare lo spirito o energia del tutto: le molteplici manifestazioni della natura, i suoi cicli,  l’animo umano, i paesaggi interiori, le immagini d’arte, la poesia, i miti, risvegliare la propria natura antica e selvaggia. Nel Butoh il teatro, la danza, la voce o canto si uniscono non per raccontare ma piuttosto evocare, il non manifesto, il non detto, l’inconscio, gli archetipi, creare un rito.

Fondamentale è partire da uno stato di vuoto, tornare al corpo vuoto, delle origini, risvegliare un corpo naturale, libero dalle limitazioni sociali e culturali, in uno stato in cui sei mosso e divieni tutt’uno con l’azione. Quando il corpo e l’essere sono in contatto con questo vuoto vibrante, che permea la creazione, si è liberi di divenire tutto e danzare la bellezza e il mistero di ogni manifestazione della vita.

La nascita di una danza è un momento d’apertura, dove sentire una grande forza e amore sprigionarsi, vivere l’erotismo, la sensualità, il sentimento delle cose, la catarsi.

Tutte le informazioni sul corso

LA DANZA DELL’ANIMA, DANZA BUTOH E DANZA SENSIBILE